Vulcano ETNA

L’Etna, o “Mungibeddu” (in dialetto) , è con i suoi 3323 metri, il vulcano attivo più alto d’Europa. Grazie alla spettacolare attività vulcanica è stato protagonista dei miti e delle leggende fin dall’antichità. Ambiente naturale unico per la sua bellezza, è stato istituito Parco Regionale nel 1987 ed è candidato a diventare patrimonio dell’Unesco. In Sicilia, l’Etna viene chiamata semplicemente Montagna. Per abitanti locali è una sorta di divinità, i cui intenzioni sono incomprensibili. Nel corso della sua esistenza, l’Etna eruttò circa 200 volte. L’eruzione più distruttiva è stata quella, dopo la quale città di Catania fù ricostruita completamente in stile barocco. Il materiale di base per la ricostruzione della città era tufo.
Per gli abitanti della Sicilia Etna non rappresenta pericolo. Al contrario, essi sono grati al vulcano per la terra fertile. Vigneti dell’Etna sono tra i migliori in Sicilia. E le città che sorgono ai piedi del vulcano sono tra i più visitate. Tutta la zona intorno all’Etna è zona di riserva naturale. Oggi è possibile visitare il vulcano e anche arrivare al cratere. È consigliato di fare escursione con guida professionale, siccome alle pendici del vulcano Etna ci sono molti crateri: inattivi, semi-attivi e periodicamente attivi. Inoltre, sulla cima è possibile riscontrare forte vento, pioggia, nebbia.
Ci sono 3 percorsi generale di ascesa sul Monte Etna: Sul levante sud (Etna Sud): a Rifugio Sapienza (1900 metri) si raggiunge in un bus navetta da Catania (una volta al giorno). Dalla base Rifugio Sapienza alla Montagnola (2500 metri) c’è la funivia. Poi si prosegue a piedi o in ATV. Sul levante est si ascende dal paese di Zafferana Etnea fino al Rifugio Sapienza. Al levante Nord (Etna Nord) si parte attraverso  le cittadine di Piedimonte Etneo, Linguaglossa fino ad arrivare al Piano Provenzano.
Gli appassionati di sport invernali potranno apprezzare lo slalom e sci alpino sull’Etna. I turisti che hanno provato a sciare sull’Etna, descrivono loro esperienza come magica. In giornata limpida dalle pendici dell’Etna può vedere il mare, mentre dal sottosuolo di Etna escono gas e vapore. Sull’Etna ci sono due stazioni sciistiche. Sul versante sud c’è il Rifugio Sapienza, a nord – la Linguaglossa città. Entrambe le località hanno a loro disposizione alberghi specializzati, istruttori e noleggio materiale da sci. Qualità della neve è adatta per lo snowboard e lo sci di fondo.

Intraprendere la salita al vulcano, attraverso i diversi sentieri attrezzati, consente di passeggiare tra vigneti, frutteti, colture di pistacchio, noccioleti, campi di ginestra e quindi, in prossimità dei crateri, se l’attività vulcanica lo permette, scoprire “paesaggi lunari” unici ed indimenticabili. La ricca fauna, a seconda dell’altitudine, comprende esemplari di gatto selvatico (specie in estinzione in Sicilia), volpi, aquile reali, sparvieri, poiane, falchi pellegrini e numerose altre varietà di uccelli il cui spettacolo contribuirà a coinvolgervi in un’esperienza indimenticabile. Differenti sono i versanti da poter visitare, tutti accomunati da un paesaggio incantevole, protetto da un parco naturale, che chiunque si trovi in Sicilia non può mancare di visitare. Meravigliosi i centri abitati alle sue pendici che ne permettono l’accesso. Centri storici ricchi di interessanti aspetti culturali e di costume e che possono rappresentare la base di partenza per magnifiche escursioni in tutte le stagioni: Nicolosi, vera e propria porta dell’Etna, perché rappresenta uno dei più importanti punti di accesso ed è centro di richiamo per gli sport invernali; Zafferana, ricca di bellezze naturalistiche e turistiche, famosa soprattutto per l’ “Ottobrata”, sagra importante di prodotti tipici dell’Etna; Milo, il paese più alto da cui si può ammirare un panorama unico; Linguaglossa, ottima base di partenza per gli impianti sciistici di Piano Provenzano; Castiglione di Sicilia, con il suo castello fortificato; Randazzo, Città nera piccolo borgo medievale di grande interesse artistico, caratterizzato da costruzioni in pietra lavica di antico splendore; Bronte, il cui pistacchio di qualità eccezionale, ne è l’emblema e la forza. Tutti i borghi sono accomunati da una grande attenzione ai prodotti tipici gastronomici ed enologici di cui la zona è ricca.

Top oggetti in vendita
Villa
Sicilia
Costo €800000
Villa
Sicilia
Costo €ask price
Villa
Sicilia
Costo €175000
Villa
Sicilia
Costo €490000
Villa
Sicilia
Costo €260000
Villa
Sicilia
Costo €268000