Articles about Sicily

Sicilian Real Estate – 1 PART
Sicilian Real Estate - 1 PART The eastern and south-eastern part of the island Sisily. Dear guests of our site! If you are reading this article, then you are interested in real estate in Sicily. In this article I am going to tell you where it is better to buy a villa or apartments in the south-eastern part of Sicily, from Messina to Ragusa. We have chosen the most popular queries, our customers usually send us. Below you can find our answers on: 1. We are looking for a villa in Sicily with a garden and within walking distance to the sea (beach), to shops. For temporary residence with subsequent rental. The most actual places are the Syracuse region such as Fontane Bianche, Arenella, Avola (sandy beaches, proximity to shops and cafes). In these places there are villas of different categories and price range, it all depends on: distance from the sea, the area, the condition of the property (repair, reconstruction, availability of necessary cadastral documents). In these places, villa prices range from 100,000 to 800,000 euro. Sometimes it is advantageous to buy a villa that is in need of repair and reconstruct it to your taste. Our multilingual staff can give you all the necessary advice. In the Fontane Bianche, Arenella and Avola you can easily rent your property, especially in the summer. The warm mild climate of this region will allow you to enjoy the sun and seascapes all year round, just 5 km away there are marine reserves. In Syracuse, there are delicious tomatoes, strawberries, almonds, and we can tell endlessly about numerous vineyards and delicious wine! The airport of Catania is in 70-80 km away by a good motorway. 2. We would like to buy a villa in Sicily by the sea. Following Italian law, construction is prohibited within 150 meters of the coastline. But before the law came into force, some houses have been built already. Many of them are legalized and have all the documents. However, many houses are built illegally. Our company thoroughly verifies the authenticity of all documents for villas and apartments, guaranteeing its client the legality as well as legality of buildings and land. Property prices in Sicily by the sea. - Syracuse region (beach-tourist places) - villas from 600.000 euro - Fontane Bianche, Arenella, Avola - Syracuse region (beach-20 km from the airport) - villas from 350.000 euro - Agnone Bagni - Syracuse region (rocky coast) - from 600.000 euro - Plemmirio (marine reserve), Fanusa, Isola - Syracuse region (a delightful view of the sea and the volcano Etna, rocky coast) - Brucoli, Baia del Silenzio, Baia Archile, Costa Saracena - from 800.000 euro. Taormina and Giardini Naxos are the most famous and fashionable cities in Sicily. Isola Bella Island, azure sea, panoramic views of the sea, the Greek theater and cozy streets. The 43rd G7 summit will be held in May 2017 in Taormina Prices for real estate on first line from the sea start from 1 million euro. If you would like to buy apartments on the beach or overlooking the sea in the south-eastern part of Sicily, we advise you to consider the following places: The city of Syracuse (the island of Ortigia) is an ancient Greek town made of white stone, with stone pavement, historical monuments. The cost for apartments with a sea view starts from 200.000 euro. The region of Catania (places - Aci Castello, Acitrezza, Acireale) are the favorite towns of Italian people. The cost for apartments with a view to the sea or directly on the beach starts from 200.000 euro. Giardini Naxos-Taormina-Letojanni - from 300.000 euro Maritime cities in the direction of Messina, such as Furci, Roccalumera, Santa Teresa di Riva, Sant'Alessio, - from 200.000 euro In our database there are about 200 relevant real estate offers in Sicily. We also cooperate with major Italian real estate agencies, which have been our partners for many years. We are sure that we can find the home of your dream in Sicily - contact us by email info@miaitalia.net, or by what's up or by phone +39 320 906 0000 Our team speaks Italian, English and Russian. We can find a common language with you! We are waiting for you here in Sicily anytime. Yours sincerely, MiaItalia
Le spiagge della Sicilia
La leggendaria Sicilia è una delle isole più belle di Europa. Su quest'isola tutto è fatto per accontentare i desideri del turista e l'ospitalità della gente località è infinita. E se a questo aggiungiamo la bellezza naturale dell'isola e sopratutto della sua suggestiva costa, questo luogo si potrebbe definire un paradiso. Facciamo un breve viaggio lungo la costa, bagnata da tre mari diversi (Ionio, Tirreno e il Mediterraneo). La spiaggia di San Vito Lo Capo è situata nella omonima città, in provincia di Trapani. Racchiusa in una piccola baia pittoresca, è molto ampia e si estende per quasi tre chilometri, con sabbia fine bianca e acque turchesi. La spiaggia è ben attrezzata, c'è un bar, un ristorante, e c'è la possibilità di fare attività di spiaggia e sport acquatici. Lido di Cefalù si trova all'interno della città di Cefalù, è sempre affollatissimo dai turisti. Offre paesaggi panoramici e la spiaggia lunga un chilometro e mezzo è famosa per la sua sabbia fine e bianca. Mare cristallino e poco profondo vicino alla costa. La spiaggia è in parte attrezzata, ci sono bar, ristoranti, e la possibilità di affittare casa nelle vicinanze. In alta stagione e nei week-end questa spiaggia è quasi sempre affollato di turisti. "Isola Bella" - la spiaggia più famosa della "perla della Sicilia" Taormina protetta dai venti e le montagne, quindi la stagione balneare dura un po 'più a lungo. La natura accattivante e le acque cristalline rendono il soggiorno indimenticabile. La spiaggia è di ghiaia. E inoltre facilmente raggiungibile con la funivia di Taormina-Mazzaro. La spiaggia della Baia di Mazzarò situata sul lato nord dell'isola «Isola Bella». Non è molto grande dalle spiagge circostanti, ma senza dubbio una delle più belli. La sabbia grossa è mischiata con ghiaia. Nella baia di Mazzarò in alta stagione ci sono sia spiagge a pagamento, attrezzate con ombrelloni e lettini, che spiagge pubbliche. La Baia di Mazzarò è facilmente raggiungibile da Taormina tramite funivia Taormina Mazzarò. Giardini Naxos è un posto ideale di una vacanza al mare confortevole, all'ombra di agrumeti con vista su Etna. Qui stanno bene sia bambini che adulti: mare pulito, sabbia soffice, grandi alberghi, surf, immersioni e golf (Golf Club "Picchiolo") da maggio a ottobre, numerosi ristoranti, discoteche, percorsi acquatici e altre attività estive, tra cui musica e festival teatrali e feste. Recanati Beach è situata vicino alla città di Giardini Naxos ed è famosa per la sua sabbia fine. Qui è possibile noleggiare ombrelloni e sedie a sdraio. Una parte della spiaggia è pubblica e non si paga per ingresso. Questa è una delle mete turistiche più preferita, anche per la vicinanza degli alberghi e alloggi in affitto, oltre a ristoranti, bar e discoteche. Spiaggia di Letojanni è situata vicino alla località turistica omonima, dove si può affittare una casa, pranzare in uno dei numerosi ristoranti e bar situati sulla costa. Questa spiaggia è composta sia di spiaggia libera senza sdraio pubblici di accesso e ombrelloni, che spiagge private degli alberghi nelle vicinanze, che sono disponibili anche per tutti gli altri (a pagamento), e offrono un servizio completo: qui ci sono ombrelloni, lettini, docce, un bar, uno snack bar e persino musica. La Playa, Catania La striscia di spiaggia dorata, che si chiama La Playa, si estende per 18 km, quasi fino al centro della città ai piedi dell'Etna. Su questo lido di sabbia amano prendere sole sia stranieri che gente locale. Si trova nella zona sud di Catania. E' attrezzata con ombrelloni, sdraio e ristoranti. Arenella Beach è una bella spiaggia di sabbia in provincia di Siracusa. Le spiagge sono ben sviluppate in termini di servizi: si può noleggiare sdrai, ombrelloni per una cifra modesta. Qui c'è anche l'omonimohotel, con il ristorante dove si può gustare un buon pranzo o una cena. L'ingresso alla spiaggia - gratuito. Arenella è una spiaggia pulita, perciò qui ci sono molte famiglie con bambini. Grazie a l'ingresso digradante in mare e l'assenza di ricci di mare la spiaggia diventa ancora più sicura per bambini. La spiaggia di Fontane Bianche si chiama cosi per il colore unico della sabbia sulle spiagge - bianco, come su un'isola tropicale. Il colore è dovuto al fatto che in questa parte dell'isola ci sono montagne di calcare bianco, e quando l'acqua sta erodendo la scogliera questa sabbia bianca esce al mare tramite le correnti interni e forma queste bellissime spiagge. La località offre sia spiagge pubbliche che lidi. Calamosche è una famosa spiaggia nel Parco Nazionale di Vendicari per arrivarci bisogna camminare per un bel po, ma ne vale la pena. Limpidezza dell'acqua in questa bellissima baia può essere confrontato con le spiagge di isole dei Caraibi. Marina di Ragusa è la più prestigiosa zona di villeggiatura a sud della Sicilia. Questa zona si trova a pochi chilometri a sud della città di Ragusa, ed è la meta turistica più famosa della Sicilia sud-orientale, con un clima ideale per le vacanze per otto mesi all'anno. Nelle vicinanze ci sono numerose belle ville con piscine e campi da tennis. La zona di passeggiata è adiacente ad un piccola ma accogliente spiaggia di sabbia. La località dispone di posteggio per le barche, completamente attrezzato e a prezzo ragionevole. Durante l'alta stagione turistica qui vengono molti turisti da Italia e altri paesi, che scoprono sempre di più le spiagge locali di soffice sabbia dorata e la costa che è ricca di ristoranti, bar, discoteche e negozi. Le spiagge di Marina di Ragusa nel 2009 sono stati premiati con la Bandiera Blu della Foundation for Environmental Education. Spiaggia di Donnalucata si trova a circa 8 km a est di Marina di Ragusa, sulla riva di un piccolo paese Donnalucata Resort. La spiaggia è di soffice sabbia dorata e bagnata dalle acque turchesi cristalline del mare. Nelle vicinanze c'è un mercato di pesce in cui i clienti ogni mattina possono comprare pesce fresco, appena catturato. Il lungomare si estende fino al porto con le barche variopinte. Pozzallo è a metà strada tra Marina di Ragusa e Portopalo di Capo Passero, una porta che ha un collegamento diretto con Malta. Ci sono molte spiagge, apprezzate dai turisti, così come intrattenimento serale. Quattro spiagge di Pozzallo sono state premiate con la Bandiera Blu FEE (Foundation for Environmental Education), che garantisce le spiagge e le acque costiere pulite, l'alto livello di servizio e di sicurezza. Carratois è prestigiosa spiaggia vicino alla città Portopalo di Capopassero che è una elegante spiaggia del Mediterraneo dove nella stagione estiva viene tutta l'elite d'Italia - medici, avvocati, scienziati per godersi la brezza calda d'estate con un bicchiere di vino. Sulla spiaggia c'è in abbondanza la famosa argilla bianca curativa, molte persone vengono appositamente per questo.
Vulcano ETNA
L’Etna, o “Mungibeddu” (in dialetto) , è con i suoi 3323 metri, il vulcano attivo più alto d’Europa. Grazie alla spettacolare attività vulcanica è stato protagonista dei miti e delle leggende fin dall’antichità. Ambiente naturale unico per la sua bellezza, è stato istituito Parco Regionale nel 1987 ed è candidato a diventare patrimonio dell’Unesco. In Sicilia, l'Etna viene chiamata semplicemente Montagna. Per abitanti locali è una sorta di divinità, i cui intenzioni sono incomprensibili. Nel corso della sua esistenza, l'Etna eruttò circa 200 volte. L'eruzione più distruttiva è stata quella, dopo la quale città di Catania fù ricostruita completamente in stile barocco. Il materiale di base per la ricostruzione della città era tufo. Per gli abitanti della Sicilia Etna non rappresenta pericolo. Al contrario, essi sono grati al vulcano per la terra fertile. Vigneti dell'Etna sono tra i migliori in Sicilia. E le città che sorgono ai piedi del vulcano sono tra i più visitate. Tutta la zona intorno all'Etna è zona di riserva naturale. Oggi è possibile visitare il vulcano e anche arrivare al cratere. È consigliato di fare escursione con guida professionale, siccome alle pendici del vulcano Etna ci sono molti crateri: inattivi, semi-attivi e periodicamente attivi. Inoltre, sulla cima è possibile riscontrare forte vento, pioggia, nebbia. Ci sono 3 percorsi generale di ascesa sul Monte Etna: Sul levante sud (Etna Sud): a Rifugio Sapienza (1900 metri) si raggiunge in un bus navetta da Catania (una volta al giorno). Dalla base Rifugio Sapienza alla Montagnola (2500 metri) c'è la funivia. Poi si prosegue a piedi o in ATV. Sul levante est si ascende dal paese di Zafferana Etnea fino al Rifugio Sapienza. Al levante Nord (Etna Nord) si parte attraverso  le cittadine di Piedimonte Etneo, Linguaglossa fino ad arrivare al Piano Provenzano. Gli appassionati di sport invernali potranno apprezzare lo slalom e sci alpino sull'Etna. I turisti che hanno provato a sciare sull'Etna, descrivono loro esperienza come magica. In giornata limpida dalle pendici dell'Etna può vedere il mare, mentre dal sottosuolo di Etna escono gas e vapore. Sull'Etna ci sono due stazioni sciistiche. Sul versante sud c'è il Rifugio Sapienza, a nord - la Linguaglossa città. Entrambe le località hanno a loro disposizione alberghi specializzati, istruttori e noleggio materiale da sci. Qualità della neve è adatta per lo snowboard e lo sci di fondo. Intraprendere la salita al vulcano, attraverso i diversi sentieri attrezzati, consente di passeggiare tra vigneti, frutteti, colture di pistacchio, noccioleti, campi di ginestra e quindi, in prossimità dei crateri, se l’attività vulcanica lo permette, scoprire “paesaggi lunari” unici ed indimenticabili. La ricca fauna, a seconda dell’altitudine, comprende esemplari di gatto selvatico (specie in estinzione in Sicilia), volpi, aquile reali, sparvieri, poiane, falchi pellegrini e numerose altre varietà di uccelli il cui spettacolo contribuirà a coinvolgervi in un’esperienza indimenticabile. Differenti sono i versanti da poter visitare, tutti accomunati da un paesaggio incantevole, protetto da un parco naturale, che chiunque si trovi in Sicilia non può mancare di visitare. Meravigliosi i centri abitati alle sue pendici che ne permettono l’accesso. Centri storici ricchi di interessanti aspetti culturali e di costume e che possono rappresentare la base di partenza per magnifiche escursioni in tutte le stagioni: Nicolosi, vera e propria porta dell’Etna, perché rappresenta uno dei più importanti punti di accesso ed è centro di richiamo per gli sport invernali; Zafferana, ricca di bellezze naturalistiche e turistiche, famosa soprattutto per l’ “Ottobrata”, sagra importante di prodotti tipici dell’Etna; Milo, il paese più alto da cui si può ammirare un panorama unico; Linguaglossa, ottima base di partenza per gli impianti sciistici di Piano Provenzano; Castiglione di Sicilia, con il suo castello fortificato; Randazzo, Città nera piccolo borgo medievale di grande interesse artistico, caratterizzato da costruzioni in pietra lavica di antico splendore; Bronte, il cui pistacchio di qualità eccezionale, ne è l’emblema e la forza. Tutti i borghi sono accomunati da una grande attenzione ai prodotti tipici gastronomici ed enologici di cui la zona è ricca.
Isole Lipari ( o Eolie )
Isole Lipari ( o Eolie ) è un gruppo di isole nel Mar Tirreno a nord della Sicilia. Isole Eolie sono congelate in lava vulcanica. Fino ad ora, ci sono vulcani attivi li. Geologi ritengono che le isole sono state create dal movimento della piattaforma africana contro l' europeo. L'arcipelago comprende sette isole di origine vulcanica - Lipari, Vulcano , Stromboli , Salina , Panarea, Filicudi, Alicudi. Le Isole Eolie sono un patrimonio dell'UNESCO ed sono famose tra i turisti per l'insolito blu del mare e natura incontaminata. Il mite clima mediterraneo rende il soggiorno sulle isole confortevoli anche durante i mesi estivi più caldi . Il clima nelle isole Eolie è mite, mediterraneo. Il sole splende qui 2528 ore annue. Piove leggermente principalmente nei mesi invernali - da dicembre a marzo. L'arcipelago è raggiungibile con un traghetto e aliscafo dai porti di Milazzo e Messina, e da Palermo , Cefalù, Sant' Agata Militello , da Capo D'Orlando , da Napoli , Vibo Valentia , Livorno e Reggio Calabria. Lipari ( 37,6 kmq ) è la più grande e popolata isola dell'arcipelago  ( circa 11.000 abitanti ), situata a 30 km a nord di Messina.In alta stagione la popolazione dell'isola raggiunge 20.000 persone. La più grande città è Lipari, che si trova sulla costa orientale dell'isola, ai piedi del Monte Rosa, è il centro amministrativo dell'arcipelago (solo l'isola di Salina ha il suo comune indipendente). La parte principale della popolazione dell'isola vive nella città di Lipari e 4 grandi borghi: Pianoconte (ovest ) , Quattropani ( nord - ovest) , Acquacalda ( sulla costa nord ) e Canneto ( sulla costa orientale ) . L'isola di Lipari non mostra alcuna attività vulcanica oggi, le sue antiche montagne ignivome sono ormai considerati estinte, i loro coni sono disposti senza alcun ordine, e ben conservati. L' ultima eruzione è avvenuta 230 mila anni fa. Lipari è una delle più antiche città del mondo. Della antica storia della città evidenziano i rovini delle mura della città, organati con le ripide pareti vulcaniche all'ingresso del porto. A pochi metri lungo le banchine del porto  , ci si trova in una strada a zig -zag che sale sulla roccia verso la cattedrale , eretta sulle rovine dell'antica Acropoli in onore di San Bartolomeo, patrono di Eolo. Tutto ciò che è intorno è un intero museo archeologico, per questo la città di Lipari viene chiamata un museo a cielo aperto: negli edifici sono presentati nel ordine crescente per i periodi storici (Neolitico , Età del Bronzo, Antica Grecia , Roma, civiltà aborigene Eolie) , sotto i piedi - scavi e reperti ancora non rivelati al mondo. E impressionante la raccolta di maschere di argilla teatrali appartenenti al periodo della Grecia antica . Essendo in vacanze sull'isola di Lipari, senza dubbio sarà un grande piacere visitare il negozio del famoso scultore Spada, autore della statua di Venere nel Museo Archeologico di Venezia . Ha ricreato la collezione completa di maschere greche nel suo laboratorio , quindi i turisti hanno l'opportunità unica di regalarsi la copia della rara collezione archeologica, creato con le mani del famoso maestro. Le attrazioni naturali e storiche includono termini San Calogero. E ' la più antica costruzione  termica sopravvissuta (XVII secolo a.C. !) - il canale dell'alimentazione dell'acqua, il serbatoio per il riscaldamento dell'acqua, ecc. I primi abitanti di Lipari erano attratti delle riserve ricche di ossidiana, un vetro vulcanico che ha trovato un uso ampio nella produzione degli attrezzi di quei tempi. Oggi, l'ossidiana non è solo la storia dell'isola , ma anche il materiale attuale per gli artisti locali per la produzione dei gioielli: collane, pendenti , orecchini, spille , anelli .... e un souvenir figurine. Sono particolarmente interessanti i gioielli realizzati secondo tradizioni degli antichi gioiellieri micenei – per creare il disegno sulla superficie nera vengono fatte incisioni bianche. Salina ( 26,8 kmq ) - la seconda isola più grande con una popolazione di circa 2400 persone che vivono nei tre comuni di Santa Marina Salina, Malfa e Leni, e si trova nel centro dell'arcipelago. L'isola è costituita da due vulcani spenti, a est - Fossa delle Felci, altezza 968 m, che è il punto più alto delle Eolie ( Lipari) e ovest - Monte dei Porri ( 860 metri ). Sei vulcani sparsi in tutta l'isola , e la più antica delle quali hanno poco in comune con i vulcani, ma altri, per lo più vicino a Forza Delle Felci non lasciano dubbi sulla sua origine vulcanica. L' ultima eruzione del vulcano Pollari , situato nella parte occidentale dell'isola , è stato circa 13.000 anni fa . A causa di forti urti la parte superiore del vulcano ( cratere ) è andato giù nel mare , creando un grande altopiano pianeggiante, un grande anfiteatro creato dalla natura. L'isola è un vero e proprio granaio dell'arcipelago . Sull'isola si trovano i più bei luoghi, pulito e ricco di pesce mare, colline verdeggianti, vigneti e oliveti. Qui crescono i famosi capperi, le proprietà curative di cui ebbe notato Ippocrate stesso. A Saline producono il nettare degli dei - Malvasia di Lipari, un vino aromatico color ambra. Gli abitanti del posto dicono che all'inizio del secolo scorso in Salina venivano le navi da guerra russe in missione speciale : per comprare la famosa bevanda e capperi sotto sale per la cucina della sua maestà. Ogni anno, a Pollara si svolge la sagra di cappero, dove i migliori ristoranti dell'isola dimostrano le loro maestria in cucinare i piatti in base ai capperi . Tutta la varietà del gusto di questo prodotto unico - nelle fasi di una piccola gemma e gemma prima di aprire, si può capire e apprezzare visitando questa sagra sull'isola di Salina. La grande storia di questa isola, che conservala descrizione del tempo in cui l'isola, della dimensione di 26 kmq aveva 150 navi mercantili ... Il grande popolo che vive sull'isola rivive la tradizione dei padri di vinificazione , produzione casearia, l'agricoltura dopo la siccità disastrosa nel anni 30 del secolo scorso, mantenendo la storia di quell'evento presso il Museo dell'Immigrazione. Vulcano ( 21 kmq ) - la più meridionale delle isole Eolie, con una popolazione di circa 500 persone , che si trova 25 km a nord della Sicilia ed è un massiccio vulcanico con diversi crateri. Questa isola Greci chiamavano Iera ( sacra ) , suggerendo che questo è dove viveva Eolo , mantenendo in otri di pelle tutte le otto venti del Mediterraneo , e nel profondo delle viscere della terra , secondo la leggenda c'è la fornace divina, dove Efesto e i Ciclopi forgiano frecce per Zeus il Tonante. I Romani ribattezzarono l'isola chiamandola con il nuovo nome del Dio - Vulcano . Nel centro dell'isola si nota Gran Cratere vulcano con due crateri, è passato alla storia per la sua natura esplosiva delle eruzioni e colate laviche. L' ultima eruzione è avvenuta negli anni 1888-1890 e da allora ad oggi sull'isola definitivamente "fumano" le fumarole di gas – le screpolature e buchi, che si trovano nei crateri sulle pendici e ai piedi del vulcano. L'ascesa al vulcano richiede circa 40 minuti, ma ne vale la pena per le sensazioni che nascono dalla possibilità di guardare direttamente nella bocca di un vulcano, dalla vista delle isole vicine e il mare sconfinato. Il cratere del vulcano è intasato da lava, lungo le faglie del cratere è depositato in forma di strisce gialle lo zolfo, ci sono le sorgenti termali ai piedi del vulcano , riscaldate dal vulcano stesso, e quindi, l'isola di Vulcano è così attraente per i suoi bagni di fango di zolfo, immergendosi in cui, si dice, uno guarisce da tutte le malattie. Questa sorgente calda spunta dal profondo sottosuolo del vulcano dove ci sono fumarole, e sfocia in mare vicino alla costa, così in alcuni punti il mare " bolle ", come una jacuzzi. È consigliato di entrarci in acqua nelle scarpe di mare per non bruciare i piedi . Un'altra attrazione dell'isola è " la valle dei mostri”. La sabbia vulcanica nera e bassa vegetazione rara in se creano un senso di irrealtà che viene amplificato con le masse di pietre qua e là, molti dei quali assomigliano i contorni di animali, congelati nelle più fantastiche pose che, di fatto , ha dato il nome alla riserva. Sull'isola di Vulcano possono vedere numerosi greggi di pecore e capre, che pascolano tutto l' anno su fertili pendii del vulcano. E 'l'unica isola dell'arcipelago, dove è sviluppato l'allevamento. Stromboli ( 21 kmq ) - il più lontano dalla Sicilia, il più giovane ( è risorto dalle profondità del mare solo 113 mila anni fa ) , l'isola più orientale con il vulcano costantemente attivo ( 3 crateri ) , che è noto per le frequenti, piccole eruzioni che si può osservare da diverse parti del mare. L'eruzione del vulcano Stromboli è quasi incessante, che dura per gli ultimi 20 mila anni. Di notte  illuminata dal basso dalla lava, può essere vista dalle lunghe distanze, ecco perché Stromboli viene chiamato " Faro del Mediterraneo ". La popolazione dell'isola è di circa 750 persone . Se il lato nord dell'isola appare rigido e roccioso, la parte orientale, con le sue morbide colline verdi ricoperte di ulivi e vigneti , sembra più divertente: ci sono capperi con i fiori delicati, piante tipiche di questi luoghi sulle rocce. Qui si produce anche il famoso vino " Malvasia " . Stromboli fu immortalato dall'eccezionale regista Roberto Rossellini che ha girato nel 1950 il film " “Stromboli , terra di Dio" con Ingrid Bergman come protagonista. Isola di Filicudi (9,5 kmq ) si trova ad ovest dell'isola di Salina , a circa 65 km da Messina . Sull'isola ci sono diversi villaggi, il più grande - Pecorini Mare e Valdichiesa . Oltre alla pesca , qui è sviluppata l'agricoltura, coltivazione di uva, olive, cereali e verdure . Nel 1997 , circa tre quarti di tutta l'isola ( 7 kmq. ) è diventata una riserva. Il punto più alto dell'isola - la montagna di Monte Fossa delle Felci ( 774 m ) . Scala La Canna ha l'altezza di 74 m e si trova nel mare al largo della costa dell'isola. Il nome dell'isola proviene dal nome greco distorto Phoenicusa che significa "fenicio". Alicudi ( 5,2 chilometri quadrati ) - l'isola più occidentale dell'arcipelago , è a 20 km a ovest dell'isola Fulikudi. Il nome Alicudi deriva dal nome greco delle famiglia delle piante sempreverdi tra cui erica, che cresce abbondantemente sull'isola. Isola di Alicudi ha la forma di un cono e si è formata circa 60.000 anni fa, sul posto del vulcano Montanona, la cui ultima eruzione fù avvenuta 30.000 anni fa. La principale occupazione della popolazione è la pesca. L'isola a forma di cono attrae con un paesaggio particolare. Sull'isola non ci sono auto, dove altro si potrebbe vedere una cosa cosi? Solo gli asini e la grande scala costruita in tempi antichi che circonda l'isola, salendo e scndendo tra le piccole ville, chiese e altri edifici. Panarea ( 3,24 kmq ) è una delle più piccole isole dell'arcipelago delle Eolie, con una popolazione di circa 280 persone, situato a 22 km da Messina. Il punto più alto dell'isola Pizzo del Corvo è alto 421 m sul livello del mare. Panarea è l'isola più elegante, che affascina con la sua bellezza incontaminata, così come i monumenti della civiltà antica. Ci sono solo 3 piccoli borghi: Drauto , Iditella e San Pietro, con le tipiche case degli isolani con muretti e cortili. Qui si può incontrare tanti amatori dello sport di vela e di vita mondana.  
Vini Siciliani
Sicilia è l'antica regione vinicola con una lunga storia di produzione di vino, iniziata 4000 anni fa. Il clima caldo e umido dell'isola, straordinari terreni fertili di origine vulcanica, i venti rinfrescanti che soffiano dal mare Mediterraneo - tutto questo sono stati presupposti per la nascita di vinificazione in Sicilia nel VII secolo a.C. Oggi vino siciliano sta vivendo una rapida crescita, i vini siciliani sono tra i più popolari e ricercati . Le più popolari varietà locali sono il Catarratto bianco e rosso Nero d'Avola. Nero d'Avola è fatto di uve rosse "indigeni" , che dà ai vini un colore intenso e un sapore ricco e fruttato. Il suo carattere  dipende dal posto dei vigneti. Nero d'Avola può essere una varietà o accompagnato da syrah , merlot e cabernet sauvignon. Uno dei più antichi dell'isola di varietà bianche è Catarratto, copre quasi un terzo di tutti i vigneti ed è la base per la produzione del Marsala. Nella parte occidentale della Sicilia dominano vitigni a bacca bianca , e ad est - il rosso. Ad esempio, in provincia di Trapani e Palermo si producono vini bianchi da uve Catarratto, Inzolia, Grillo , Chardonnay, Sauvignon. Il vino più famoso è Marsala DOC, vino liquoroso dolce, che è chiamato il sole siciliano. A Trapani fanno anche il rinomato Moscato di Pantelleria: passito, liquoroso, spumanto, dolce, frizzante e bianco dal varietà moscato ( Zibibbo) . Vini rossi e rosati ottengonoi da varietà di Nero d' Avola, Cabernet Sauvignon, Merlot e Syrah . A Catania e di Caltanissetta producono il famoso vino Vittoria DOC da Nero d'Avola, Frappato , Ansonica. A Siracusa e Ragusa producono il famoso Nero d'Avola, Frappato, Pignatelli, così come bianco vino moscato ( Moscato Bianco), che possono essere come vini liquorosi e spumanti, anche tranquilli, passiti. A Messina ci sono varietà rosse di Nerello mascalese, Nocera, Nerello Cappuccio. Sulle isole Eolie producono vini bianchi, passiti e liquorosi. Il vino preferito tra i locali e turisti è Malvasia di Lipari. Zibibbo è un famoso marchio, è l'assimilato Moscato d'Alessandria, sull'isola di Pantelleria si produce uno dei miglior vini moscati d'Italia - Passito di Pantelleria . Passito di Pantelleria ha un sapore altamente concentrato e corposo . Le uve vengono raccolte nel mese di agosto, e poi essiccate al sole fino a quando diventino uvetta. Il succo ottenuto viene mescolato con il mosto in fermentazione di uva normale e stagionato prima del rilascio in vasche di acciaio. Altri vitigni a bacca bianca: Grillo, Carricante, Damasceno. Vino rosso Cerasuolo di Vittoria DOC - è una tradizione antica, l'equilibrio tra il corposo Nero d'Avola e delicato Frappato. In genere, i vini hanno aromi fruttati e floreali, vellutati e armonici. Le uve di questo vino sono coltivate sul terreno calcareo e argilla sabbiosi della provincia di Ragusa, Catania, Caltanisetta . Sull'Etna son coltivate entrambe le varietà, bianche e rosse. Etna DOC ha un sapore diverso grazie alla straordinaria ricchezza del suolo mineralogico, ad alta temperatura di aria, l'abbondanza di sole e sbalzi favorevoli di temperature giornaliere, così come l'attività vulcanica in Sicilia. A causa di una significativa differenza tra la temperatura durante il giorno e la notte, gli acidi si accumulano nelle bacche che danno la freschezza  e intenso fruttato ai vini siciliani. Agli intenditori di note di tabacco e spezie in combinazione con tannini sicuramente piacerà Nerello mascalese, il vitigno a bacca rossa, il celebre vitigno alle pendici del monte Etna, che conferisce ai vini eleganza, raffinatezza e qualità organolettiche uniche. È inoltre possibile trovarci il Carricante autoctono – il vitigno bianco tardo che si trasforma in vini che possono svilupparsi nell'arco degli anni. Nel bouquet Carricante ci sono prevalentemente i toni di mele, fiore, aranceti e anice. I vini di Carricante hanno acidità , mineralità e aromi delicati. Questa è la principale varietà di bianco Etna DOC. Sicilia è l' unica regione d'Italia, dove la vendemmia dura 90 giorni dal mese di luglio ( Trapani ) a novembre ( Etna ).
Souvenir della Sicilia
Non è facile per gli amatori di souvenir in Sicilia, perché ci sono talmente tante botteghe artigianali che è facile da confondersi. E cosa si può portare come un regalo o un souvenir dalla soleggiata isola? I souvenir più interessanti della Sicilia sono diversi tipi di piccoli oggetti di lava . Le graziose statuette di divinità, posacenere e talismani. Sull'Etna nei negozi di souvenir si possono anche trovare gioielli d'argento con pietre e lava - orecchini , anelli, collane , pendenti. Sono belli e unici. Sembra che agli artigiani siciliani non mancherà mai il lavoro, perché il vulcano Etna è attivo. È particolarmente degno di nota la trinacria - un simbolo della Sicilia in forma di sole e luna, circondata dai raggi del sole. Si dice che questo sia il simbolo di felicità e benessere per la famiglia. Molto interessanti sono i pupi siciliani – particolari cavalieri - marionette, personaggi teatrali. Questi pupi sono un bel regalo e un richiamo vivace della Sicilia, sia per adulti che per bambini . I Pupi si trovano solo sulla nostra isola, perché è un vero souvenir della Sicilia, così come la carrozza siciliana. Lavorazione artistica del corallo sull'isola è l'orgoglio dei maestri di questo mestiere. Inoltre, Catania e Messina sono il luogo di nascita di corallo bianco , Sciacca e Trapani - rosso e Palermo - nero. Gli amatori di ceramica possono acquistare bellissimi vasi di ceramica, piatti da parete e altre cose con un disegno e design tradizionali. È più conveniente acquistarla a Caltagirone. Caltagirone è la capitale della ceramica siciliana. La città è letteralmente pavimentata con piastrelle in ceramica da cima a fondo. Con questo mestiere ci vive tutta la città! E dove altro, se non qui deve essere il museo di Ceramica. Si può visitare tutti i giorni da 9-00 a 18-30, nella piazza di via Roma. La città è piena di negozi, dove si può comprare articoli fatti a mano e con disegno originale. Si può anche portare come un souvenir uno degli strumenti popolari tradizionali, il tamburello con un disegno simbolico e il marranzano famoso tra il popoli del nord che sono stati adoperati da molto tempo dai siciliani. Su mercati e negozi di souvenir potete anche trovare una vasta gamma di regali e souvenir, che vanno dagli asciugamani di cucina e tovaglie con il disegno della mappa dell'isola a ceramiche dorate con uno speciale certificato di qualità. Per quanto riguarda i souvenir commestibili, il più delle volte la Sicilia offre al turista frutta di marzapane ovvero frutta martorana, un dolce incredibilmente gustoso e dolce, che vale la pena di assaggiare almeno una volta nella vita. Un buon regalo sarebbe l'olio d'oliva di alta qualità, che non si trova da nessun altra parte del mondo. L'unica cosa che il posto migliore per comprare l'olio è fuori delle città dove la gente locale si occupa di coltivazione e lavorazione delle olive. Un ottimo regalo sarebbe una bottiglia di vino buono o Limoncello - il souvenir più comune dalla Sicilia. Il vino è meglio acquistare in enoteca, specializzata in vini e liquori, compresi i vini d'élite. Tra i buoni produttori sono: Corvo , Cerasuolo , Donnafugata , Benanti. Gli amanti del cioccolato si possono deliziare nei negozi di cioccolato di Modica, dove lo fanno con le antiche ricette che utilizzano gli spezi naturali sia classici (cannella , la scorza , vaniglia , ecc ) che particolari ( sale marino , gelsomino , cardamomo , noce moscata , ecc . ) . Potete essere sicuri che gli articoli che ci sono in Sicilia, non si trovano in qualsiasi altro angolo del mondo.  
Tranacria
Sicilia in origine si chiamava Trinacria - terra a tre punte, a causa della forma triangolare dell'isola con i tre promontori : Capo Passero (Siracusa) a sud, Capo Peloro (Messina), a est, Capo Lilibeo ( Marsala) a ovest. La storia della trinacria è un po' complicata e avvolta nel mistero, ma sale certamente alla mitologia. Trinacria è una varietà di Triskelion - l'antico segno simbolico greco, composto da tre gambe che corrono che escono di un solo punto. La testa che è al centro di Triskelion, in origine apparteneva alla Gorgone di nome Medusa, che, secondo la mitologia , era un mostro con la faccia di una donna sulla testa della quale erano serpenti al posto dei capelli. Medusa poteva far diventare con uno solo sguardo tutte le cose viventi in pietra. È stata decapitata da Perseo , ma anche in quel suo stato conserva la sua capacità. Gorgone Medusa ha vissuto in Sicilia, per questo la sua testa è diventata il simbolo dell'isola, proteggendola con lo sguardo severo dai suoi nemici. Secondo un'altra versione, la testa appartiene a una donna, forse una dea perché secondo la mitologia antica, questa zona è stato dominata da Cerere, Afrodite, Persefone, Aretusa e le altre dee, e il serpente intorno alla sua testa significa saggezza. In alcune forme di realizzazione, le ali erano aggiunte testa per mostrare l'eterno fluire del tempo . E nell'era dell'impero romano, i Romani sostituirono i serpenti con  spighe di grano a simboleggiare la fertilità dell'isola e il suo status di "granaio " romano . In Oriente, in Asia Minore, tra il VI e il IV secolo a.C. Trinacria era impressa sulle monete di varie città antiche in regioni come Aspendus (in Panfilia sul lato orientale del Mar Mediterraneo) , Berry e Tebe (nella zona intorno alla città di Troia in Troy, tra Scamandro e l'Ellesponto) , Olba (in Cilicia tra Armenia e Siria) e in alcune città della Licia ( sud - ovest). Nonostante la mancanza di riferimento alla geografia, simbolo è stato utilizzato a Creta, in Macedonia e in Spagna nel Celtiberiano. Trinacria può essere trovata nei dipinti sui vasi antichi, così come una monografia nel 1863. La più antica immagine conosciuta del segno Trinacria oggi può essere visto sul calice del VII secolo a.C., trovato durante gli scavi nella città di Gela ( provincia di Caltanissetta ) in Bitalemmi nel Museo Archeologico di Agrigento. Trinacria come simbolo della storia della Sicilia, diventò il 30 agosto 1302 con la creazione dell'isola al Regno di Trinacria. Trinacria è anche presente sulle stemme di varie dinastie famose come Stuart di Albany in Inghilterra , Rabensteiner di Francia , Schanke in Danimarca e Polonia. Attualmente Trinacria o Triskelion è stato adottato dal Parlamento siciliano come parte integrante della bandiera e l'emblema della Sicilia.  
Le celebrità in Sicilia
Sicilia è il paese di arance, giardini in fiore, con il cui profumo riempie l'aria della primavera ... Ma ciò che la rende davvero la meta preferita per visitare e l'unica è il fatto che da un'estremità all'altra si presenta come un museo bizzarro e divino di architettura. Guy de Maupassant La Sicilia è uno dei luoghi preferiti per le vacanze tra i personaggi famosi del mondo dello spettacolo. Qui, quasi ogni provincia ha una villa, un vigneto o una fattoria che appartiene a qualche  celebrità. Le origini di molti famosi attori, pittori, compositori, e altre persone creative sono di qui. Tra di loro il compositore Bellini, la pittrice eccezionale Antonella di Messina, cantante Salvatore Adamo. Per quanto riguarda la Sicilia moderna, nei nostri giorni qui hanno trovato rifugio e aperto attività molte celebrità. Tra cui: Gerard Depardieu e Mick Hucknall, cantante dei Simply Red. Sull'isola Pantelleria si trova la villa di Giorgio Armani, e una volta qui preferiva di fermarsi Madonna. Nel comune di Milo, ai piedi del Monte Etna hanno acquistato ville i celebri cantanti Lucio Dalla e Franco Battiato. E invece la "perla della Sicilia" Taormina è stata scelta da personaggi famosi come Oscar Wilde, Maupassant, Steinbeck, Truman Capote, Goethe, Alexander Dumas e Elizabeth Baylor e Richard Burton. Uno dei fondatori del marchio D & G Dolce acquistato una tenuta sull'isola di Stromboli (Isole Eolie). Sull'isola di Salina preferiscono riposare molte celebrità, tra cui Sean Connery e il re del Belgio. Si sono affascinati dalla Sicilia anche molti personaggi famosi russi che vengono qui in tour e per le vacanze. Ad esempio, Renata Litvinova, famosa attrice e regista russa, ha ricevuto un premio onorario al Film Festival a Taormina per il suo contributo al cinema, e ha detto che se dovesse esistere un paradiso in terra, quello sarebbe sicuramente la Sicilia. Secondo la leggenda, lo scrittore Bunin è stato ispirato dal pittoresco scenario di Taormina per la scrittura di "Il signore da San Francisco." In primavera il direttore artistico del "Imperial Russian Ballet" Gediminas Taranda ha dato una master class a Palermo. E in agosto, un concerto delle pianiste russe Lola Astanova e Valentina Lisitsa sarà svolto a Taormina. Molte celebrità amano trascorrere qui le vacanze. Tra loro, l'attrice russa Alyona Yakovleva, che di recente è stata sull'isola ed è rimasta incantata dalla bellezza abbagliante della Sicilia. Anche una conduttrice TV famosa Alyona Vodonaeva, che è venuta in estate qui con la sua famiglia per le vacanze e ha salito sulla cima del vulcano Etna, ha scritto che il viaggio ha avuto un effetto globale su di lei, durante il quale si sentiva il legame con eternità. Non c'è da sorprendersi che le celebrità fanno i commenti lusinghieri su questa meravigliosa isola. La Sicilia è la culla della civiltà, in Europa non c'è altro posto dove si uniscono la storia ricca, cultura multietnica, la natura rigogliosa e il mare celeste. E 'una terra di contrasti. La più grande isola del Mediterraneo, Sicilia, per secoli fù il centro dell'universo.
Top oggetti in vendita
Villa
Sicilia
Costo €800000
Villa
Sicilia
Costo €ask price
Villa
Sicilia
Costo €175000
Villa
Sicilia
Costo €490000
Villa
Sicilia
Costo €260000
Villa
Sicilia
Costo €268000